IL MONDO ESMACH TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE: ALLA VOLTA DI NAPOLI E DEL “PANE DEGLI OTTO GIORNI”

Nella città partenopea quella del Pane Cafone è proprio una vera forma di cultura. I segreti per la produzione di uno dei simboli campani per eccellenza.
19/06/2023

Se c’è una regione che può vantare la tradizione culinaria più antica e ricca di prelibatezze, divenute universali soprattutto in merito al panorama dell’arte bianca, quella è senza dubbio la Campania!

Patria di pane, pizza e pastiera, da sempre questa terra ha saputo coadiuvare al meglio l’utilizzo dei cereali nelle diverse ricette. E se di cereali si tratta, non possiamo non parlare del prodotto agroalimentare definito tradizionale per eccellenza, ovvero il Pane Cafone.

Noto per la sua consistenza rustica, il sapore intenso e la mollica profumata, il Pane Cafone è certamente uno dei simboli indiscussi di Napoli. Una delle caratteristiche che distingue questo tipo di pane dagli altri è l’impiego della farina di grano duro, ovvero una varietà di grano particolarmente resistente e con grande quantità di glutine, che conferisce maggiore compattezza e capacità di mantenere la sua forma durante la cottura.

 

Quella del Pane Cafone è, dunque, una tradizione antica, che prevede una lavorazione attenta e scrupolosa, dall’impasto alla cottura. E per poter ottenere un risultato ottimale, anche a Napoli, i maestri dell’arte bianca hanno deciso di affidarsi alla tecnologia d’avanguardia di Esmach Ali. Vediamo adesso insieme i processi di lavorazione del Pane Cafone grazie alle attrezzature per la panificazione e ristorazione offerte da questo brand famoso e innovativo.

 

Partiamo dalla lievitazione. Conosciuto anche come “pane degli otto giorni”, il segreto per la durata e la buona riuscita del Pane Cafone è legato proprio a una lievitazione molto lenta. Per ovviare ai lunghi tempi di attesa, i migliori panettieri campani, e non solo, hanno scelto di lavorare di giorno e non più di notte, grazie proprio alla tecnologia di Esmach (vedi Panettieri di giorno e non più di notte, con Esmach Ali si può!).

Come? Tutto ciò è facile e possibile con Climother System, il primo sistema per la gestione del processo di panificazione del lievito madre, che permette di ridurre del 50% le ore di lavoro e di risparmiare in bolletta, aumentando la qualità. Passando all’impasto, per una base soffice e modellabile, si consiglia l’impastatrice SPI "AI"; ed infine, per una cottura in forno che garantisca un Pane Cafone ben caldo e umido, si rimanda ai forni della linea forni Esmach-Bongard che permettono un risparmio di energia senza eguali ed una cottura stupenda.

 

L’innovativo mondo di Esmach Ali facilita tutti processi di lavorazione, favorendo il connubio tra tecnologia e tradizione. Cosa aspetti? Entra anche tu a farne parte!